Per chi vuole andare oltre

PER CHI VUOLE ANDARE OLTRE.

Andare oltre la “normalità” del fare, del non sentire, del non essere ed avere.

Apriamo gli occhi, svegliamoci !

Si, per andare oltre il comune modo di pensare ed agire, possiamo ascoltare chi ha già fatto un percorso che ci può aiutare a capire, o meglio per sentirci, per capirci, per essere, per stare su piani di consapevolezza sempre maggiori che ci aiutano a migliorare la qualità della nostra vita, ridurre la sofferenza umana indotta dall’esterno, ma soprattutto dall’interno, da quello che siamo, verso un percorso di sempre maggiore Libertà.
Tutto ciò non si può esimere contestualmente, da un percorso di rinunce, revisioni, mettersi in discussione rivedendo tutte quelle parti di se che vi si oppongono.
Occorre precisare che la vera crescita a se stessi non è una strada facile, automatica, tuttaltro, impone un’attenta visione di quei stabili equilibri e false certezze che ci siamo costruiti nel corso della nostra vita, per modificarli con progressione e dando così spazio a nuove visioni, nuovi modi di vedere e pensare, che nel frattempo possono prendere il posto dei precedenti.
Insomma occorre riuscire a non dare spazio, scegliendo, a quelle parti di noi che esprimono automatismi comportamentali, schemi, fini a se stessi, che soddisfano quasi esclusivamente la componente istintiva che naturalmente tende a mantenere in vita la nostra componente biologica.

L’Uomo può andare oltre
aiutiamoci a raggiungere questo obiettivo
ecco, come dare un senso alla nostra Vita.
 


Pertanto questo scritto vuole essere un appello per tutti gli uomini di buona volontà, (anche per te che leggi incredulo), che sentono, che possono, che vogliono dare un contributo al percorso per l’Uomo Libero.

Questo spazio è aperto a nuove idee, soprattutto esperienziali.
Per questo propongo di incontrarci oltre che nella piazza virtuale, anche di persona, in un luogo fisico, dove poter comunicare anche con l’espressione dei nostri corpi, le emozioni che esprimono i nostri volti, ed essere per gli altri di stimolo per nuove esperienze, costituendo in tal modo nuovi gruppi di pari, per nobili obiettivi.
INCONTRIAMOCI!  persone colme di:
principi sani,
virtù solide,
azioni produttive.

Un gruppo non chiuso all’esterno, ma aperto per dare e ricevere contributo.

                                                                               Salvatore Rondine

 

ANDIAMO OLTRE

 La nostra esperienza in questa vita non sia fine a se stessa, per gratificarci di piaceri così come vuole la nostra componente biologica, su un piano che naturalmente tentiamo a ripetere secondo meccanismi persistenti, illusori di benessere che ci mantengono nella continua ricerca di piaceri che pertanto ci rendono schiavi inconsapevoli di noi stessi.

Trasformiamo l’esperienza del piacere, nel piacere dell’esperienza consapevole per donarci un’occasione di ascolto introspettivo, quindi non fine a se stessa.

 Andare oltre significa trasformare la “casualità” degli avvenimenti in un’occasione per comprendere la nostra vera natura umana priva delle strutture legate agli schemi della sopravvivenza ai falsi bisogni.

Andare oltre significa rivederci, trasformarci, rinascere a noi stessi, cercare e trovare nuovi equilibri che ci liberano da noi stessi e sempre meno subordinati ai pensieri ed alle azioni degli altri uomini che seguono ciecamente i loro bisogni, attraverso un percorso travagliato e conflittuale verso una condizione di serenità e pace.

 Se comprendiamo tutto ciò possiamo trasformare la nostra vita in un’occasione per realizzare una esperienza di comprensione volta al bene, all’armonia di noi stessi ed in relazione col mondo intero, all’amore cosmico.

 

 La chiave per la mente

La scienza dell’energia invisibile

6 risposte a Per chi vuole andare oltre

  1. akradina scrive:

    Complimenti per l’articolo, davvero ben fatto.
    La lettura mi ha molto colpito, denota una profondità d’animo ed una ricchezza spiruale davvero spiccate. Offre parecchi spunti di riflessione.
    Ci facciamo vivere, ma non viviamo veramente sino a che non comprendiamo consapevolmente di esistere. Svegliamoci.

    • Salvore scrive:

      Ti ringrazio per il tuo commento così attento, dovrebbe diventare oggetto di commento in piazza. Colgo il momento per aggiungere che siamo come alieni a casa nostra. Si potrebbe leggere come allusione.

      • akradina scrive:

        …alieni sicuramente, certo un pò “malufatti”, considerando ovviamente il rimaneggiamento genomico a cui lo scimmioide grezzo è stato sottoposto per il semplice motivo di inscatolare dentro contenitori organici quelli che chiamiamo uomini, qualcosa che qualcuno potrebbe definire in linee generali coscienza,…..Siamo ospiti presso una fattoria che qualcun’altro ha scelto per noi. Certo i vitelli da allevamento cosa potrebbero considerare come casa propria. Ovvio la fattoria, ed il fattore che con amorevoli cure le cura,….il loro dio.

  2. akradina scrive:

    …dimenticavo, a proposito di “allusioni”, la piazza non è proprio il posto che più mi aggrada. li dentro trovi di tutto pure quei 4/5 di uomini che hanno condannato alla distruzione il pianeta, “scegliendo”.
    E la scelta è sempre volontaria. Sempre.
    Di quali uomini parli????
    dei carititatevoli che si salvano l’anima facendo beneficenza?
    dell’Onu che promuove le guerre usando i suoi soldati per portare la “pace”?
    della Caritas che caritatevolmente da un pugno di briciole per ingozzarsi le fauci che i caritatevoli “donano”.
    Dei circoli massonici minori? tipo Rotary, Lions, Kiwanis?
    Di Comunione e Liberazione? dei Focolarini? Di varie ONLUS sparse come funghi sulla faccia della terra
    per promuovere il loro di bene?
    Dell’uomo comune che pensa a campare bene…… “futtennu u possimu sò”.
    Di noi persone comuni che all’Auchan compriamo kili di cioccolata e non sappiamo neanche come sia fatta la pianta di cacao, mentre chi la raccoglie muore denutrito e di stenti e possibilmente non sa neanche come è fatta la barretta kinder. Mentre chi se la mangia profumatamente muore schiattato dal peso dei visceri gonfi a dismisura???
    Cosa pensi interessi alla pubblica piazza?
    Guardati intorno. Basta semplicemente guardarsi intorno a casa propria, il candido immacolato ed accogliente focolare domestico.
    Tutti gli uomini son animati da buoni propositi.
    Pure quelli i cosidetti “iniziati”, sono buoni. Certo bisogna offrire sacrifici per ingraziarsi entità che “”aiutano”" l’umanità ad evolvere…la nuova era, il nuovo ordine mondiale.
    Mizzica quanti esseri buoni ci sono su questa terra. Quasi svengo dalla commozione.
    Le vie per l’inferno sono sempre animate da buoni propositi.
    …ognuno singolarmente è responsabile del dolore del mondo.
    E presto molto presto, ogniuno individualmente sara chiamato di fronte le sue responsabilità!
    La scelta è sempre personale. Cosi come la Via per l’illuminazione e la saggezza.
    termino …riportando un post significativo, ovviamente per mè, di un utente di un forum che frequento:
    “…….. tu sai, e sai perchè lo so? perchè lo spirito è uno e uno è il mondo e il mondo siamo noi e noi siamo il mondo.
    Sapere imparare è molto più importante che sapere insegnare e nessuno può insegnare se non conosce se stesso. Ognuno deve pervenire alla verità da se stesso.
    Con stima.
    ps. ..è che oggi non sono moderato, come i commenti di alcuni blog

  3. Anna Rondine scrive:

    Caro fratello,
    mentre leggevo quel che hai scritto, ho notato che e’ veramente cio’ che tu sei …ed e’ bello constatare che sei riuscito ad esprimere cio che c’è dentro di te. Leggendo mi sono emozionata, comprendendo con quanto amore e chiarezza hai espresso cio’ che l’uomo dovrebbe capire e dare. Capire se stessi e’ molto difficile ma se ci si ascolta facendo un salto di consapevolezza, si arriva a capire cio’ che hai scritto.
    Ti Voglio Bene Fratello Mio…sappi che sei sempre nel mio cuore.

    Anna Rondine

  4. GESUELE scrive:

    Sono veramente contento di averti incontrato, ringrazio la poesia e la musica per questo!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>